TINAMARIA MARONGIU POETRY

DOMENICA DI MERCATO
 

SI ODONO DA LONTANO CAMPANE MATTUTINE
E DI LI’ A POCO IL SOLE S’ALZERÀ
VESTENDO UN NUOVO GIORNO.
PER STRADA GENTE CHE PARLOTTA A BASSA VOCE
S’AFFANNA, GIÀ LAVORA
E PRODUCE UN GRAN BRUSIO
CHE RIDONDANTE SI LIBERA NELL’ARIA 

SCAMPOLI DI VITA SULLE BANCARELLE DI MERCATO
APPARTENUTI A CHISSÀ QUALI ANIME VIAGGIANTI
PEZZI USATI,
DA FARE UN MANIFESTO
A CHI CON CURA LI HA PORTATI E SMESSI
PENSANDO FORSE UN DI’
A CHI LI AVREBBE MESSI. 

MANI CHE AFFANNOSE CERCANO VESTITI
MA NON SOLO…
COSE CHE A PENSARLE
NON VERREBBE DI COMPRARLE 

S’ALZANO LE VOCI COME S’ALZA IL GIORNO
GRIDA CHE INVOGLIANO ALL’ACQUISTO
FRENETICI PASSI, SPINTE, BOTTE,
CORSE AFFANNOSE
PER ACCAPARRARSI GLI OGGETTI MIGLIORI… 

TI PORTI A CASA UNA MAREA DI COSE
UN FIUME INTERO DI BUONE SENSAZIONI
E TUTTO CIÒ CHE DI PIÙ NON SI POTREBBE! 

EH GIÀ…
CHE GRAN MAGIA LA DOMENICA AL MERCATO…
CON POCHI SOLDI TI PUOI SENTIRE UN RE
ED ACQUISTARE IL MONDO.

TM

www.bauform.it